Essiccatoio a rientro controllato CA-85

L'essiccatoio CA-85 costituisce una tappa decisiva sulla strada del miglioramento della tecnologia dell'essiccazione dei tessuti di maglia, tubolari od aperti, nonchè di tutti gli altri tessuti, siano essi di cotone, lana, sintetico, seta, ecc., ed anche dei "non tessuti".

Nel caso della maglia soprattutto è la risposta di ALEA alle sempre crescenti esigenze in fatto di "stabilità dimensionale" e "mano".

Le principali caratteristiche tecniche di questa macchina che intendiamo sottolineare riguardano:

  • La struttura: calcolata per resistere alle sollecitazioni meccaniche e termiche.
  • La pannellatura esterna: costruita e montata in modo da minimizzare le perdite di calore.
  • Il circuito dell'aria: dimensionato per produrre flussi simmetrici con le minime perdite di carico. L'aria di ripresa, opportunamente filtrata, viene riscaldata e soffiata da un ventilatore nei canali di mandata.
  • Le bocchette: il loro disegno esclusivo permette la creazione di un cuscino vibrante d'aria calda, all'interno del quale il processo di asciugamento avviene con rese molto elevate, mantenendo il tessuto aperto e senza pieghe e srotolando le cimosse.
  • Il sistema di riscaldamento: può essere costituito da scambiatori riscaldati con vapore, acqua surriscaldata, olio diatermico o da bruciatori a gas.
  • Il sistema di evacuazione: l'aria umida viene scaricata all'esterno regolandone la portata mediante valvole a farfalla: questo per le macchine dotate di filtri dell'aria a pulizia manuale. Per quelle dotate di filtri automatici vi è un ventilatore esaustore a portata costante.
  • Le apparecchiature automatiche: la temperatura interna viene mantenuta automaticamente sul valore prefissato grazie ad un termostato che aziona le valvole automatiche. La velocità del tessuto è regolata da un potenziometro che agisce sui motori a corrente continua: un secondo potenziometro (od un rullo ballerino fornito come optional) provvede a mantenere il rapporto tra la velocità di alimentazione e quella di estrazione, in funzione dei ritiri dovuti al processo e del grado di sovralimentazione necessario, che può essere variato fra -10% e +40%.
  • Il nastro trasportatore: in acciaio inox, di particolare disegno e costruzione. Il movimento sinusoidale del tessuto non consente un contatto permanente di questo col tappeto evitando così la segnatura del tessuto stesso.

La prima foto mostra un impianto di tre zone di 3 metri di lunghezza ciascuna, riscaldato con olio diatermico, specialmente attrezzato per asciugare tessuti di seta, visto dal lato uscita.

La seconda mostra uno dei molti impianti realizzati negli Stati uniti, formato da quattro macchine da quattro zone ciascuna. Uno dei vantaggi del CA-85 è infatti la modularità. Aggiungendo, anche in tempi successivi, altre zone a quella iniziale, si può arrivare a macchine composte anche a 6 zone.

Le altre immagini mostrano:
1. Dettaglio del nastro trasportatore in acciaio inox e del tessuto così come viene trasportato durante l'essiccamento. il tappeto ha un elevatissimo rapporto vuoto/pieno e non ostacola minimamente il passaggio dell'aria consentendo l'asciugamento contemporaneo delle due facce del tessuto. L'altezza della maglia metallica favorisce il raddrizzamento dei flussi d'aria provenienti dalle bocchette.

2. Disposizione del tessuto sul tappeto all'interno dell'essiccatore. Si noti l'ampiezza della sinusoide che può essere variata modificando la sovralimentazione in entrata: la contemporanea presenza di temperatura ed umidità consente alle singole maglie di rilassarsi ed assumere una conformazione naturale, base indispensabile per la stabilità dimesionale del tessuto.

3. Particolare dell'entrata attrezzata con allargatore per tessuti leggeri e aperti.

Nel disegno:

Sezione trasversale di un CA-85 che può essere fornito con larghezza utile del tappeto di 1600, 2000, 2400, 2800 mm.

Sezione longitudinale di una zona di CA-85. Si noti la posizione dei filtri a pulizia manuale e delle batterie di riscaldamento, perfettamente accesssibili per la pulizia e le manutenzioni. Dopo aver attraversato il tessuto umido, l'aria è ripresa dei ventilatori, inviata sui filtri che trattengono le impurità, quindi riscaldata mediante le batterie od i bruciatori a gas e inviata nuovamente sul tessuto attraverso le speciali bocchette poste sopra e sotto il tappeto metallico. Una parte dell'aria umida, regolabile mediante una valvola a farfalla, è scaricata dal camino in modo da eliminare l'eccesso di aria umida.

Vista laterale di un CA-85 a tre zone con rullo di sovralimentazione in entrata e faldatrice finale. Si notino le grandi porte poste su entrambi i lati della macchina per un accesso ottimale alle parti interne.

Vista frontale di un CA-85 con larghezza utile del tappeto di 2800 mm. I modelli con tappeto meno largo sono ovviamente più stretti.